La storia degli Agrumi

Posted by | · · · · | News | Commenti disabilitati

territorioLe testimonianze storiche di cui disponiamo ci dicono che l’arancia rossa fece la sua prima comparsa sul suolo italico solo a partire dal XVII secolo, importata dalle Filippine (o dalla Cina) da un monaco missionario gesuita, certo Giovan Battista Ferrari che nell’opera “Hesperides” utilizza l’espressione latina ”aurantium indicum purpurei coloris medulla”, descrivendo indubbiamente per primo un’arancia a polpa pigmentata.
La diffusione delle arance rosse in Europa e nelle zone più predisposte alla loro coltivazione, quali la Sicilia, è legata ai commerci dei mercanti portoghesi e genovesi che si occuparono di trasportare tale frutto assieme alle spezie ed ai tessuti provenienti dall’Estremo Oriente.
Soltanto nel ’700 e nel ’800, a seguito di innesti particolarmente riusciti si è potuto eliminare “l’amaro” dalle varietà d’arance fino ad allora coltivate e in virtù delle particolarità uniche del territorio etneo e del microclima circostante, l’agrumicultura in Sicilia assume un ruolo trainante nelle economia agricola del territorio contribuendo alla ricchezza della regione grazie alla consistente produzione di arance rosse.


No Comments

Comments are closed.